Skip to content

Nella stanza dei bottoni: core-room

Core-Room Business Model Journey
  • La terza area del Business Model Journey: la Core-Room o stanza dei bottoni. Per valutare rischi e opportunità dell'ecologia di business, porsi nuove domande per capire cosa proporre e come farlo, definendo investimenti e azioni, costi e ricavi.

Dopo i deck delle aree “outside-in” e “inside-out” del Business Model Journey, vediamo quelli della terza area chiamata la “Core Room” o stanza dei bottoni.

è tempo di porsi nuove domande

Abbiamo guardato fuori e dentro, abbiamo analizzato il posizionamento, affinato la comunicazione, vissuto esperienze “nelle scarpe del cliente”. Adesso è il momento di valutare rischi e opportunità, di porsi nuove domande per capire cosa proporre e come farlo, definendo investimenti e azioni, costi e ricavi.

Insomma, ora si entra nella stanza dei bottoni.

i 3 deck dell'area core-room Business Model Journey

L’area “core-room” si sviluppa su tre Deck (se ti chiedi cosa sono i Deck clicca qui), Sswwot, Value e Flow.

È tempo di affrontare la Sswwot, che rispetto alla tradizionale SWOT (analisi dei punti di forza e debolezza, delle opportunità e minacce) non ha solo due lettere in più, ma prevede un approccio allargato, esteso ai competitor, ai collaboratori e al contesto in cui si opera. Una visione “ecologica” che conduce a nuove forze e opportunità e fa arrivare più preparati ai rischi e alle minacce perché apre gli occhi al valore delle relazioni attuali e potenziali. L’impresa viene infatti analizzata non di per sé ma come elemento immerso in un contesto socio-economico che ne determina la competitività.

È anche tempo di strategia e concretezza con il Value, che aiuta a definire un’offerta di valore unica, tenendo conto delle risorse e competenze a disposizione, oltre che degli aspetti più profondi del target. Una costruzione allineata al contesto esterno e al brand aziendale. Una sorta di flipper delle proposte che testa e verifica le idee considerando tutte le variabili più importanti.

Infine è tempo di fare i conti, di mappare e comprendere le cause e gli effetti a livello finanziario delle scelte in termini di struttura dei costi, flussi di ricavi e strategie di pricing. Andando oltre il solito business plan, dotandolo di quella dinamicità e prontezza necessarie ad affrontare le evoluzioni del mercato, per rispondere in modo attivo piuttosto che limitarsi a prendere provvedimenti. In una parola, è tempo di Flow.

C'è anche 1 game: l'ecology game

Anche in quest’area c’è anche un game che permette di fare una mappatura della sfera relazionale di un soggetto al fine di comprendere come le sue azioni, i suoi comportamenti e i suoi pensieri potrebbero essere condizionati, limitati o indirizzati (mappa degli attori). L’Ecology Game ragiona su chiunque possa avere un impatto significativo su una decisione, o che possa influenzarne l’esito (stakeholder analysis). Ha lo scopo di analizzare e mappare chi sono gli interlocutori, in modo che possano essere tenuti in considerazione per la definizione della strategia.

I tre deck, Sswwot, Value e Flow, e l’Ecology Game, rappresentano strumenti specifici per accompagnare l’azienda e l’imprenditore nella definizione della strategia dinamica considerando l’ecosistema di business in cui si opera.

Come per le precedenti aree, anche per la core-room Business Model Journey si può scegliere di applicare singolarmente ogni strumento oppure di inserirlo all’interno di un percorso più ampio, a seconda della propria realtà e delle decisioni che si vogliono prendere. Merita una nota di riguardo il Value che può essere un punto di partenza, un momento di riflessione o un punto di approdo a seconda dalle esigenze e del fine.

Copy Credits Marcello Vignola.

EVENTI POPOLARI

Playing & Gamifying For Customer – 2nd Edition

Playing & Gamifying For Customer – 2nd Edition

Il cliente è al centro di qualsiasi innovazione, le imprese devono quindi essere in grado di sviluppare prodotti e servizi che abbiano un valore immediatamente percepibile dal cliente, qualsiasi esso sia (un semplice consumatore o un’azienda).

CASI POPOLARI

ARTICOLI POPOLARI

Error in the response. We cannot load blog data at this time.